Nella mia vita ho dedicato milioni di canzoni ad amiche e amici, amanti, fidanzati del periodo, fratelli, persone da incoraggiare, da motivare, da tirar su con un brano, una citazione.

Vivo di musica, niente di nuovo. Sono sempre in giro con le cuffiette e dovunque io vada, c’è sempre un piccolo amplificatore bluetooth che mi fa compagnia.

Amo da sempre tanti generi musicali diversi e credo di avere una discreta cultura musicale.

Mai nella vita però, prima della mia ultima relazione, mi era capitato di trovare il mio “partner musicale” con il quale intendermi perfettamente musicalmente e vivere finalmente con un continuo filo di musica di sottofondo, in perenne e quotidiana diffusione per la casa.

Il mio “partner musicale” ha potenziato il mio amore per la musica e per un genere musicale in particolare che ha fatto crescere la nostra intesa, a suon di pane e beats, giorno dopo giorno: l’indie rock per l’appunto, e il post-rock, in particolare.
Con loro, i già apprezzatissimi “alternative” e “progressive-rock”, “art-rock”, “elettronica”, “ambient”, “dream-pop nordico” e tutto quel sottobosco musicale islandese: leitmotif che ci ha fatto conoscere e che, per assonanza con un gruppo islandese, è servito come scusa per memorizzare il suo nome nella rubrica del cellulare.

#365 love-beats radio è una radio che proporrà 365 brani (di ogni genere musicale) che stanno segnando la mia storia con M., e che sono stati trasmessi un centinaio di volte, in casa, in macchina o durante uno dei nostri concerti.

Un progetto che nasce dall’idea di dedicare un brano al giorno al mio compagno di melodie.
Un omaggio al nostro “uno maggio” 🙂 ricordando tutti i giorni la nostra playlist.
365 modi di vivere la nostra relazione addolcendo, il più possibile, il distacco e la distanza fisica che c’è tra di noi in questo periodo.

 

Il brano del giorno è…

 

Share This:

Translate »