Thailandia, tra divisioni interne e istanze di democrazia

Thailandia, tra divisioni interne e istanze di democrazia

Tra il mese di novembre e di dicembre 2013, in Thailandia circa centomila persone sono scese in piazza per chiedere le dimissioni del governo della Premier Yingluck Shinawatra. La crisi politica aperta dalle proteste antigovernative, a cui si è aggiunto il coro dei parlamentari del Partito Democratico all’opposizione che hanno appoggiato le manifestazioni, ha indotto il Primo Ministro a sciogliere anticipatamente il governo e ad indire nuove elezioni.

India e Cina: il prezzo socio-economico del progresso

India e Cina: il prezzo socio-economico del progresso

Il nuovo Rapporto globale dell’ILO (International Labour Organization) sul lavoro minorile solleva più di qualche quesito sui problemi del mercato del lavoro soprattutto nelle emergenti economie asiatiche. Per due colossi come India e Cina, come possono le questioni sociali legate alle condizioni di lavoro e allo sfruttamento minorile incidere sulla competitività economica internazionale? Qual è il prezzo del loro progresso?

Donne in Afghanistan: il difficile cammino per l’autodeterminazione

Donne in Afghanistan: il difficile cammino per l’autodeterminazione

Lo scorso 18 maggio il Parlamento afghano ha sospeso il dibattito parlamentare sulla questione della violenza sulle donne interrompendo così l’iter di approvazione della legge voluta nel 2009 dall’attuale Presidente della Repubblica, Hamid Karzai: giudicata dai conservatori “contraria alla sharia”, si interrompono così i faticosi progressi compiuti in tema di diritti di genere in un Paese ancora sotto la pressione dei talebani con i quali, peraltro, il governo sta tentando in questi giorni di intavolare una delicata partita negoziale.

Myanmar: è democrazia senza i diritti delle minoranze razziali?

Myanmar: è democrazia senza i diritti delle minoranze razziali?

Il processo di riforme avviato dal governo birmano del generale Thein Sein, e tra queste la legalizzazione della LND, la promessa di elezioni politiche, l’impegno di scarcerazione di tutti i prigionieri politici e l’allentamento della censura, sembrava aver dato forti segnali di cambiamento che facevano sperare nella democratizzazione del Myanmar (ex Birmania).

Indonesia: scenari di pace possibili in uno degli Stati più multietnici e multiculturali al mondo

Indonesia: scenari di pace possibili in uno degli Stati più multietnici e multiculturali al mondo

Ex colonia olandese, l’Indonesia si è dichiarata indipendente dai Paesi Bassi nel 1945. L’esperienza coloniale, l’istituzione nel 1927 del Partai Nasional Indonesia (il movimento nazionalista indonesiano) e del Partito Comunista indonesiano (PKI), le prime elezioni libere nel 1955, i focolai di ribellione in lotta per uno stato islamico, la nascita di un esercito indonesiano e il dominio del primo presidente dell’Indonesia, Sukarno (capo del movimento indonesiano per l’indipendenza del Paese, allora Indie Orientali Olandesi)..

Translate »