Donna Fedora auguri a tutti buon anno!
Donna Fedora auguri a tutti buon anno!

C’è sempre una ragione per maledire un anno che si conclude. Poi però, a pensarci bene, una “vera” ragione che possa definirsi tale, non c’è mai. E allora perché a circa una ventina di giorni dal capodanno di ogni anno che passa, non importa se dispari o pari sul calendario, c’è sempre qualcuno che, puntualmente e con una scusa più o meno scarsa, troverà il modo di pensare inevitabilmente – qualunquemente, banalmente – questa odiosa espressione diventata oramai un rituale: “Per fortuna sta finendo quest’anno di merda!!”..ma perché??

Il 2013 è stato notevolissimo non solo dal mio punto di vista personale, ma è stato un anno incredibile, ricco di spumeggianti fatti politici, sociali, culturali, di portata internazionale!

Ben più apocalittico dell’annunciato 2012 con i deliri Maya e ben più impattante rispetto a tutti gli altri anni precedenti grazie ad una serie di armoniose combinazioni astrali che mi hanno resa partecipe (e soddisfatta per questo) e ai tanti traguardi personali di altrettanta nota storica e tutti concentrati nel tempo: un matrimonio; un viaggio di nozze dall’altra parte del mondo; l’ammissione in graduatoria all’inizio dell’anno, poi il trasloco nel più grande progetto residenziale in Social housing di Milano!

L’anno è stato storico -dicevo- e se nessuno se ne fosse accorto, riassumo in questa breve carrellata di nostalgia i fatti principali accaduti nel corso dei mesi e già passati agli annali:

  • Le dimissioni di un Papa (mai nella storia della Chiesa)
  • L’inaugurazione di un tripartitismo italiano nato del caos politico di febbraio. Il bipolarismo storico vede emergere una terza forza rappresentata da un movimento di protesta che dal nulla prende più di 8 mln di voti.
  • Nuova caduta del governo e quello che arriva subito dopo non è eletto ma nominato dal Presidente della Repubblica che, a sua volta, accetta un secondo mandato (mai nella storia della Repubblica Italiana)
  • A proposito di Repubblica, il nuovo Papa scrive a Scalfari (fondatore del noto giornale) una lettera destinata a rimanere nella storia canonica e democratica del Paese. Questo Papa, che si dirà essere “della gggente”, apre ai non-credenti con queste parole: “La verità non è (“più” aggiungo io) assoluta, ma è nella relazione con Dio”. Tradotto: la verità sta nell’amore ed è insita nelle relazioni col divino (per chi crede) e nelle relazioni umane (per tutti gli altri umanisti). Il sacro e il profano s’incontrano. Ne scaturirà un libro ed io riesco finalmente a smentire le parole di mio suocero, fervente cattolico, sulla visione relativistica e non assolutistica del mondo e della società in una maniera a lui, ora credibile. alé!
  • Il 16 marzo 2013 Laura Boldrini viene eletta Presidente della Camera dei Deputati della Rep. Italiana. Il ruolo torna ad essere nuovamente esercitato da una donna dopo 17 anni.
  • L’Inter della Moratti family finisce dopo 18 dolenti ma pur sempre bellissimi anni (Moratti jr era in carica dal 1995). La gestione passa al magnate indonesiano dell’editoria e della televisione Thohir… sperém..
  • Per restare in tema: l’idolo Zanetti, capitano della Beneamata, si infortuna sul campo del Palermo (28.04.2013) per quella che è considerata ormai l’ultima stagione sia da calciatore (dal 1995), sia da professionista in attività

Annoveriamo anche:

  • I grandi infausti: la morte di Little Tony e quella di Jimmy Fontana interessano (?) mmm..sì vabbè, relativamente. Ci dispiace di più per Franca Rame e don Andrea Gallo.
  • I grandi timori che ci uniscono: dal punto di vista politico internazionale, i venti di guerra di metà anno degli Stati Uniti sulla Siria lasciavano intravedere scenari apocalittici da terza guerra mondiale. Nel corso dei mesi, gli animi si sarebbero fortunatamente (apparentemente) placati. In Italia, la condanna in via definitiva del nano dopo 20 anni di processi e procedimenti (mentre si aspettano gli altri ancora pendenti) e la sua inspiegabile libera uscita, mettono ansia tanto quanto i nuovi e bellicosi “Forconi” di fine anno..

Ma il 2013 non regala solo indignazione e riflessione. L’anno in realtà è dei migliori. Me lo sentivo già all’inizio e così mentre pianificavo in maniera zelante e quasi maniacale “l’evento dell’anno”, la scena mi viene brutalmente rubata da altri fiori d’arancio.

Personaggi inverosimili e altri adepti dello showbiz si congiungono marcando il MIO anno e quello di molti altri carissimi amici che, come me, hanno detto “Sì” ma pure “Esticazzi!” innanzi alla lussuria del calibro di: Valeria Marini, Mirko Vucinic, Belen e Ligabue.. non solo!

Quest’anno si sono sposati pure Andrea Casiraghi primo erede di Carolina di Monaco, Geronimo La Russa figlio di Ignazio, Violetta Gruosi figlia del fondatore dei gioielli De Grisogono che per il rinfresco ha scelto la mia splendida Puglia, così come lo scorso anno hanno fatto i ben più noti e “markettari” Justin Timberlake e Jessica Biel (…)

  •  La mia mente per fortuna si concentra su ben altri matrimoni ed eventi: come il primo matrimonio omosessuale in Francia celebrato a Montpellier il 29.05.2013 in seguito all’approvazione della legge sui matrimoni gay del 23 aprile (quando e se in Italia, chissà!)
  • La nascita, il 10 luglio, di Carlo Giuseppe primogenito dell’immensa Carmen (cognome Consoli) all’età di 39 anni.

Tra le “prime volte” che non si scordano mai:

  •  Assisto al concerto di Patti Smith al Carroponte di Milano; faccio l’esperienza del car-sharing in città, mentre mio fratello annuncia di essere in tesi di laurea!

Cosa posso volere di più? “Anno che ora fuggi, da me tornerai”

 

 

Share This:

2013: anno che vieni, anno che vai

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »