Quest’anno non ho corso.
La maratona mi è passata accanto

e non ho corso
il pericolo di rifarmi male,
ma ho corso ugualmente il guaio di stare male
a vedere gli altri sgambettare.

Ho accorso il bisogno di tornare a scrivere,
il ricorso ad altre forme di libertà.

Ho fatto ricorso
a una dose generosa di steroidi di pazienza
stereotipi sulla lungimiranza,
la necessità di non farne un dramma la gestione del rischio, di come evitare un altro danno,
e io qui che non corro da un anno.

Quest’anno non ho corso
milioni di passi
e vedermi al nastro,
dandoti il braccio
(al photofinish).

Ho rincorso l’odore dell’asfalto,
i chilometri sull’erba del campetto.
Ho soccorso la mia anima che fatica
accettarne la sfida
dopo un’altra sfiga suicida
di cui sento ancora i morsi
(allo stomaco)
quei mostri fatti di corsi e ricorsi
in una corsa contro il tempo
che ripercorro nel buio del ricordo,
ma concordo
che presto tornerò alla mia Rincorsa.

Milano Marathon – edizioni 2015, 2016, 2017

Share This:

Non ho corso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »