Thailandia, tra divisioni interne e istanze di democrazia

Thailandia, tra divisioni interne e istanze di democrazia

Tra il mese di novembre e di dicembre 2013, in Thailandia circa centomila persone sono scese in piazza per chiedere le dimissioni del governo della Premier Yingluck Shinawatra. La crisi politica aperta dalle proteste antigovernative, a cui si è aggiunto il coro dei parlamentari del Partito Democratico all’opposizione che hanno appoggiato le manifestazioni, ha indotto il Primo Ministro a sciogliere anticipatamente il governo e ad indire nuove elezioni.

India e Cina: il prezzo socio-economico del progresso

India e Cina: il prezzo socio-economico del progresso

Il nuovo Rapporto globale dell’ILO (International Labour Organization) sul lavoro minorile solleva più di qualche quesito sui problemi del mercato del lavoro soprattutto nelle emergenti economie asiatiche. Per due colossi come India e Cina, come possono le questioni sociali legate alle condizioni di lavoro e allo sfruttamento minorile incidere sulla competitività economica internazionale? Qual è il prezzo del loro progresso?

Donne in Afghanistan: il difficile cammino per l’autodeterminazione

Donne in Afghanistan: il difficile cammino per l’autodeterminazione

Lo scorso 18 maggio il Parlamento afghano ha sospeso il dibattito parlamentare sulla questione della violenza sulle donne interrompendo così l’iter di approvazione della legge voluta nel 2009 dall’attuale Presidente della Repubblica, Hamid Karzai: giudicata dai conservatori “contraria alla sharia”, si interrompono così i faticosi progressi compiuti in tema di diritti di genere in un Paese ancora sotto la pressione dei talebani con i quali, peraltro, il governo sta tentando in questi giorni di intavolare una delicata partita negoziale.

Myanmar: è democrazia senza i diritti delle minoranze razziali?

Myanmar: è democrazia senza i diritti delle minoranze razziali?

Il processo di riforme avviato dal governo birmano del generale Thein Sein, e tra queste la legalizzazione della LND, la promessa di elezioni politiche, l’impegno di scarcerazione di tutti i prigionieri politici e l’allentamento della censura, sembrava aver dato forti segnali di cambiamento che facevano sperare nella democratizzazione del Myanmar (ex Birmania).

Indonesia: scenari di pace possibili in uno degli Stati più multietnici e multiculturali al mondo

Indonesia: scenari di pace possibili in uno degli Stati più multietnici e multiculturali al mondo

Ex colonia olandese, l’Indonesia si è dichiarata indipendente dai Paesi Bassi nel 1945. L’esperienza coloniale, l’istituzione nel 1927 del Partai Nasional Indonesia (il movimento nazionalista indonesiano) e del Partito Comunista indonesiano (PKI), le prime elezioni libere nel 1955, i focolai di ribellione in lotta per uno stato islamico, la nascita di un esercito indonesiano e il dominio del primo presidente dell’Indonesia, Sukarno (capo del movimento indonesiano per l’indipendenza del Paese, allora Indie Orientali Olandesi)..

Il Giappone un anno dopo lo tsunami, tra difficoltà economiche e problemi sociali

Il Giappone un anno dopo lo tsunami, tra difficoltà economiche e problemi sociali

Le prospettive di ripresa economica in Giappone si stanno lentamente consolidando. A indicarlo è lo stesso governo di Tokyo, che motiva il ritrovato ottimismo con i segnali rassicuranti che giungono da Stati Uniti ed Europa. Il classico rituale delle preghiere, particolarmente sentito e seguito dai media, che si è svolto all’inizio del nuovo anno in tutto il Giappone per propiziare un 2012 migliore dell’anno precedente, sta funzionando.

Filippine: il Governo e i ribelli musulmani firmano la pace

Filippine: il Governo e i ribelli musulmani firmano la pace

Il governo filippino ha raggiunto un accordo di pace con il Moro Islamic Liberation Front (MILF), il più grande gruppo ribelle musulmano dello Stato delle Filippine. L’accordo dopo lunghe trattative ha posto fine a quarant’anni di guerra civile che è costata la vita a più di 120.000 persone e ha provocato circa due milioni di profughi. [BBC.co.uk]. La firma dello storico documento è avvenuta lo scorso 15 ottobre 2012, nella capitale Manila.

Nepal (factsheet)

Nepal  (factsheet)

Il Nepal o Repubblica federale democratica del Nepal è uno stato dell’Asia meridionale di 147.181 km². Confina a nord con la regione del Tibet e a sud con l’India. Il territorio nepalese, prevalentemente montuoso, non ha sbocchi sul mare ed è compreso tra la pianura del Gange e la catena montuosa dell’Himalaya..

Birmania: l’ascesa politica di Aung San Suu Kyi e l’apertura democratica

Birmania: l’ascesa politica di Aung San Suu Kyi e l’apertura democratica

Un trionfo storico per il Premio Nobel per la pace, Aung San Suu Kyi, eletta parlamentare lo scorso 1 aprile 2012 grazie a un voto suppletivo, che ha assegnato alla Lega Nazionale per la Democrazia (NLD) 44 seggi su 45 totali dove il partito dell’attivista birmana ha presentato propri candidati e che ha consentito alla sua leader di ottenere nella sua circoscrizione di Kawhmuha l’82% dei voti.

India-Italia: il rapimento di Paolo Bosusco e Claudio Colangelo

India-Italia: il rapimento di Paolo Bosusco e Claudio Colangelo

Non è ancora stata chiarita la dinamica, né il momento in cui Paolo Bosusco, la guida turistica piemontese di Condove (TO) e Claudio Colangelo, un volontario missionario della provincia di Roma, sono stati rapiti da alcuni esponenti del movimento maoista Basadhara, nei pressi di Daringibadi, un centro di attrazione turistica nel distretto di Kandhamal, nello stato federato dell’India orientale dell’Orissa.

Translate »